Pemio Nazionale di Poesia e Narrativa dedicato alla Bicicletta e al suo mondo

mercoledì 25 luglio 2018

E' andata così: Il Bicicletterairo in Festa 2018


La bicicletta al centro dell’evento dedicato alla mobilità sostenibile, tra letteratura, arte, sport, sicurezza stradale, artigianato, teatro, fotografia, turismo e musica.



Si è conclusa con un successo la IV edizione dell’unico Premio Letterario al mondo dedicato alla bicicletta, iniziativa promossa dall’OdV Co.S.Mo.S. – Comitato Spontaneo Mobilità Sostenibile.

Come di consueto, ad ospitare le iniziative programmate intorno alle Premiazioni Ufficiali, è stata l’Arena Mallozzi sul lungomare di Scauri-Minturno (LT), allestita con tensostrutture e diversi stands, che hanno ospitato la mostra Bikexpò, le opere partecipanti al Premio Internazionale di Fotografia tematica ScattoFisso, opere dedicate di diversi illustratori e pittori, un mercatino di artigianato ispirato alla bicicletta nonché la pedana per l’investitura dei vincitori e il palco per i concerti di fine serata. Presenti anche stands informativi di Amnesty International, Parco Riviera di Ulisse e Schiano Bikes.



Questo il ‘contorno’ di una serie di iniziative indirizzate a tutte le fasce d’età, il tutto assolutamente libero e gratuito per il numeroso pubblico intervenuto e per gli ospiti provenienti da tutta Italia.

Le porte dell’Arena si sono aperte alle 10.00 del mattino di venerdì 1° giugno 2018, offrendo l’allestimento che sarebbe poi rimasto a disposizione di tutti i visitatori fino alla mezzanotte di sabato 2 giugno.

Dopo il benvenuto e l’esposizione del programma completo, il primo appuntamento di rilievo ha avuto inizio alle 15.00 del giorno di apertura, con il saluto istituzionale dell'Assessore alla Cultura di Minturno, Mimma Nuzzo, e le premiazioni delle sezioni dedicate ai bambini e ai ragazzi. Tre ore in cui le nuove e nuovissime generazioni hanno potuto fare la conoscenza della ‘Fata Cletta’ (impersonata dall’attrice e scrittrice Veruska Menna), personaggio comparso per l’occasione a dar voce alle meravigliose opere dei più piccoli, che spesso riescono a stupire ed ispirare anche gli adulti, con la loro genuina fantasia e disarmante spontaneità. Le letture, rese ‘magiche’ da questa dolce e misteriosa presenza, sono state intervallate dalle performance interattive di Michele Volpi, attore e formatore nazionale per l’iniziativa ‘Nati per Leggere’, arrivato da Perugia a bordo della sua ‘LiberBici’, che ha dato vita a una serie di minispettacoli raggruppati sotto il nome ‘Bici(c)Lètta: racconti per le infanzie di tutte le età’ (spettacolo che è stato poi itinerante per le strade costiere fino alla domenica mattina).
Un premio speciale è andato ai bambini della Scuola dell’Infanzia di Minturno, che sotto la guida delle attente insegnanti hanno riciclato in sculture ed elementi di arredo una vecchia bicicletta in disuso, traendone oggetti davvero interessanti: ai piccoli è stata offerta, dal Parco Sospeso di Gianola, una gita all’interno del comprensorio, a stretto contatto con la natura protetta del Parco Riviera di Ulisse. Il rappresentanti dell’Ente, accompagnati dal personale del Parco, hanno poi illustrato le sue meraviglie, affiancati dal magistrato e costituzionalista Nicola Graziano, il quale ha reso fruibile per il pubblico più giovane il concetto di diritto alla salute in stretto collegamento con quello di diritto all’ambiente: autore di un racconto destinatario di un riconoscimento particolare a Il Bicicletterario, con linguaggio chiaro e appropriato,  ha posto al centro delle pratiche virtuose in tal senso l’uso della bicicletta, il suo valore storico e la prospettiva di un futuro migliore che può aiutarci a modellare. A seguire, una breve digressione, comunque legata alle tematiche ambientali - nello specifico, la raccolta differenziata -  con l’intervento dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Minturno, Pietro Nicandro D’Acunto. Ancora, perfettamente in linea con gli argomenti trattati, Stefania Gionta ha presentato il suo libro ‘Il segreto di Gea’, avvincente viaggio attraverso i miracoli della natura e dei pericoli con cui l’azione dell’uomo la minaccia. Attenta e partecipe la platea dei giovanissimi, numerosa quella dei loro accompagnatori, rapiti anch’essi dalla dinamicità dell’incontro.

In serata, in un apprezzatissimo e affollato concerto gratuito: la riproposizione del grande repertorio musicale dei Pink Floyd, ad opera degli esperti e talentuosi musicisti della band ‘A night with David…



L’indomani mattina, due gli appuntamenti concomitanti: uno espressamente dedicato ai bambini, accorsi in entusiastiche schiere, e l’altro al mondo del ciclismo d’epoca – non soltanto sportivo – e delle ‘ciclostoriche’. Decine e decine di piccoli ciclisti, guidati dal ‘maestro’ Luca Adipietro, hanno affrontato i percorsi allestiti dall’ASD Aurunci Cycling Team, per conseguire, infine, la simbolica ‘Patente del Ciclista’, ideata da Schiano Bikes con lo specifico intento di avvicinare i più piccoli al mondo della due ruote a pedali, con un occhio di riguardo alla corretta fruizione delle strade e alla sicurezza.

Bici d’epoca e abbigliamento in stile per i ‘ciclostorici’, intervenuti dietro invito del gruppo di ‘Passione Bici Scauri’; dopo le foto di rito, hanno colorato il lungomare con nuances d’altri tempi: oltre alla passione per la bicicletta e al rispetto dei valori genuinamente sportivi, di non minore importanza è l’aspetto turistico delle celebri manifestazioni che si è voluto idealmente omaggiare, la loro conservazione e valorizzazione del territorio attraversato e l’indotto economico che esse producono; un assaggio, quindi, di un mondo da scoprire e di pratiche da coltivare per un territorio per molti versi ‘difficile’, in cui la mobilità ciclistica in generale non viene associata a benefici sociali rilevanti.



Alle 15.00 del sabato hanno avuto inizio le premiazioni delle sezioni ‘adulti’: gli attori Veruska Menna e Angelo De Clemente hanno prestato voce e interpretazione a racconti, poesie, miniracconti e haiku giunti in segreteria da ogni angolo dello stivale, alla presenza dei rispettivi autori e di una rappresentanza della Giuria (erano in Arena il giornalista e direttore di Cyclinside.it, Guido Rubino, il co-direttore del Napoli Bike Festival, Antonio Tempesta, fecente veci di Luca Simeone, l’autrice e conduttrice radiofonica di Roma 3 Radio, Maria Genovese, l’organizzatore del Grand Tour Italy Bike Days, Alessio Berti, la direttrice artistica del Visioni Corte Film Festival, Gisella Calabrese, il giornalista e pubblicista Giordano Cioli, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese). Apprezzato anche l’intervento dell’assessore alla cultura del Comune di Minturno, Mimma Nuzzo, che ha consegnato un premio ad hoc assegnato dalla speciale Giuria Territoriale. Novità dell’anno, la sezione ‘VelòScriptum’, dedicata ad aforismi e slogan inediti sulla bicicletta, che ha premiato i 5 migliori giunti in Segreteria su oltre 50. Sono stati anche assegnati diversi premi speciali frutto della collaborazione del Co.S.Mo.S. con varie realtà impegnate nella promozione a vario titolo della mobilità ciclistica: L’Eroica, Grand Tour, Borracce di Poesia, Ciaobici.it, Bellelli Made in Italy, Parthenobike e Vesuvian Bike Award.

Luigi Grieco e Nunzia Borrelli hanno poi consegnato i premi ai quattro vincitori, selezionati dai Giudici del FIOF – Fondo Internazionale per la Fotografia, del concorso ScattoFisso, abbinato a Il Bicicletterario da ormai tre edizioni, per scatti aventi come tema ‘bicicletta e letteratura/libri/scrittura’.



A condurre entrambe le sessioni di premiazioni, la simpatica ed eclettica Marianna Chianese, coadiuvata dal piccolo ‘Mago Manuel’, che ha stupito ospiti e pubblico con abili giochi di prestidigitazione.

Molto sentiti i ringraziamenti conclusivi, destinati a tutti i 449 partecipanti al bando de Il Bicicletterario IV edizione, alla Giuria, agli enti patrocinanti, agli artisti coinvolti, ai lettori e a quanti, ovunque in Italia e anche fuori dai confini nazionali (sono state archiviate, per la quarta edizione, ben 13 opere provenienti da 10 Paesi esteri), hanno aiutato, con generosità e condivisione di intenti, gli organizzatori a diffondere capillarmente questa iniziativa e a farne registrare la continua e costante crescita.



Sabato sera, musica gratuita per tutti dal palco magistralmente occupato dai Turno Notturno, a conclusione di un evento che, come ormai da tradizione, si concretizza in un vero e proprio scambio che coinvolge le esperienze più disparate e riesce a mettere insieme persone di ogni provenienza ed età: la cultura e la sostenibilità diventano occasione di incontro e sovente di amicizie che si consolidano nella condivisione di passioni e temi cari a tutti gli intervenuti. Come la bicicletta, Il Bicicletterario in Festa è, di fatto, veicolo di socialità.



L’appuntamento ora è per settembre, mese in cui vedrà la luce il bando della V edizione di questo particolarissimo e unico Premio Letterario in cui la scrittura creativa è pienamente organica a tutto l’universo della bicicletta: ci sarà tempo fino a febbraio 2019 per scrivere ed inviare le proprie parole in bicicletta: versi, prosa o aforismi, rigorosamente inediti.

lunedì 4 giugno 2018

Successo per tutte le iniziative de Il Bicicletterario in Festa 2018: per ora, ecco l'albo ufficiale.

Premiazioni bambini e ragazzi Bicicletterairo
Il Bicicletterario in Festa si è confermato come un grande momento di incontro, socialità, amicizia.
Tutte le età sono state rappresentate nel corso delle diverse iniziative che ne formavano il programma.
Tantissimi gli ospiti, piccoli e grandi, provenienti da ogni angolo d'Iltalia. E poi il gran finale in musica, tutti insieme a ondeggiare tra le note splendide che hanno riempito l'Arena Mallozzi, unendosi ai sorrisi di quanti hanno voluto esserci. Ve ne parleremo, certo: ve ne parleremo meglio.

Qui sotto pubblichiamo l'albo ufficiale, con il 'podio', i premi e le menzioni speciali, le menzioni antologiche, i finalisti di VelòScriptum e quelli di Scattofisso, nonché la classifica del Parthenobike, gli attestati di merito.





giovedì 3 maggio 2018

Il Bicicletterairo in Festa: il mondo della bici fa da cornice alle Premiazioni della IV edizione


Il Bicicletterario in Festa giunge al suo quarto anniversario, e celebra le premiazioni della IV edizione di un Premio Letterario unico al mondo, come sempre nella cornice di una manifestazione che declina la bicicletta e la mobilità sostenibile sotto ogni aspetto culturale, artistico e sociale. Due interi giorni, 1° e 2 giugno 2018, nel corso dei quali si moltiplicheranno iniziative e attività dedicate all’interno del perimetro dell'ArenaMallozzi, a Scauri di Minturno (LT), proprio di fronte al mare, al centro dello splendido Golfo di Gaeta. Letteratura, fotografia, pittura e illustrazione, artigianato, musica, ma anche storia e paesaggio faranno da importante contorno alla proclamazione dei vincitori delle varie sezioni del Premio Letterario in un evento a ingresso libero e gratuito, aperto a tutti, di sicuro interesse per tutti i gusti e tutte le età.

A tutti coloro che verranno a trovarci nell'area dell'evento, verrà consegnato un gadget gratuito che dà diritto a particolari sconti in diversi locali convenzionati: sarebbe un peccato non approfittarne!

Si partirà alle 10 del mattino di venerdì 1° giugno, all'ArenaMallozzi, sul lungomare, con l'apertura dell'area attrezzata al pubblico: esposizione di bici storiche, strane, autocostruite o semplicemente belle, mercatino dell’artigianatico con linee tematiche dedicate alla bici, mostra di fotografia 'Scattofisso' e mostra di pittura e illustrazione a tema bicicletta, tutti allestimenti che resteranno disponibili per i visitatori per due intere giornate. Sarà anche l’occasione per dare il benvenuto ai visitatori ed illustrare il programma dell’intera manifestazione.


Nel pomeriggio verranno premiati i vincitori delle sezioni di poesia e narrativa nelle fasce di età riguardanti bambini e ragazzi, con consegna degli attestati di partecipazione a tutti coloro che hanno preso parte al concorso nelle due categorie.



Nel corso della consegna dei premi, Michele Volpi (Rinoceronte Teatro) - formatore nazionale di volontari per Nati per Leggere - e la sua LiberBici (costruita su misura grazie all’aiuto di un fabbro e di un meccanico) proporranno la Bici(c)Lètta: letture e storie di bici, pedali, libri e letteratura...immersi nella natura! Insomma, racconti per le infanzie di tutte le età, in una serie di brevi e particolarissime performances (che riprenderanno, in ordine sparso, anche nella giornata successiva).

Ospite 'misteriosa' dell'appuntamento, la Fata Cletta, che potremo conoscere per la prima volta in questa occasione: verrà a conoscere i giovani e giovanissimi che hanno voluto e saputo scrivere 'parole in bicicletta' per partecipare a Il Bicicletterario IV edizione



Marianna Chianese, affiancata dal Piccolo Mago Manuel (che intratterrà pubblico e premiati con simpatici e suggestivi giochi di prestigio) e dal personale del Parco Sospeso di Gianola, introdurrà anche una presentazione del Parco Regionale Riviera di Ulisse, che patrocina l'iniziativa, per un invito a scoprirne le meraviglie, sotto la guida del Presidente dell'Ente Parco, Davide Marchese, e del Direttore Roberto Rotasso e con l’ausilio del personale del Parco.



E, sempre in tema di ambiente, verrà presentato il libro per tutti Il segreto di Gea, di Stefania Gionta: una Terra malata da salvare e un’incredibile avventura attendono Diana, la protagonista, affinché cambi le sorti del nostro pianeta.
In linea con l'impronta ecologico-ambientalista dell'incontro, l'Assessore Pietro Nicandro D'Acunto illustrerà poi alle nuove generazioni l'importanza di una corretta raccolta differenziata dei rifiuti.


In serata, alle 21.30, il concerto gratuito della band ‘A night with David…’ meraviglioso omaggio ai Pink Floyd e al suo impareggiabile chitarrista David Gilmour: il suggestivo e intramontabile repertorio del gruppo musicale probabilmente più influente della storia del rock, in uno spettacolo da non perdere.



Nella giornata di sabato, poco dopo l'apertura al pubblico dell'area (ore 10.00), avrà luogo il Raduno Ciclostorico organizzato in collaborazione con Passione Bici Scauri: un suggestivo tuffo nel passato 'eroico' del ciclismo, sportivo e non, con meravigliose bici d'epoca e abbigliamento in stile.


Per bambini e ragazzi, in maniera quasi concomitante (a partire dalle ore 11.00), si svolgerà una piccola sessione di educazione alla sicurezza stradale, in maniera simpatica e divertente, con l'assegnazione della Patente del Ciclista - a cura di Schiano Bikes con la collaborazione di Aurunci Cycling Team A.S.D. - che verrà consegnata ai partecipanti sul palco dell'Arena.

Ancora, nel corso della mattinata e dell'intera giornata, nell'area della manifestazione e dintorni si aggirerà Michele Volpi con nuovi spunti di Bici(c)Lètta, in un 'Barbonaggio Teatrale', che proporrà il suo menù letterario Le Storie della LiberBici.

Alle 15.00 in punto avrà inizio la premiazione delle categorie letterarie degli adulti, alla presenza di una rappresentanza della prestigiosa Giuria; a fare gli onori di casa sempre Marianna Chianese,  che guiderà il pubblico attraverso le letture di Veruska Menna (attrice e scrittrice) e Angelo De Clemente (attore). Non mancherà un'incursione fantasiologica di Massimo Gerardo Carrese: dieci ‘spasseggiate’ fantasiologiche nella scrittura ri-creativa.

Nello stesso ambito, si celebreranno i vincitori del Premio Internazionale di Fotografia a tema 'bici & letteratura' ScattoFisso, a cura di Luigi Grieco e Nunzia Borrelli di Image Studio.

La chiusura della manifestazione è affidata al concerto della band Turno Notturno (ore 21.30), quintetto energico e coinvolgente che trasporterà il pubblico attraverso un fantastico repertorio che spazia dai classici del rock di sempre alla migliore musica italiana.



 Visualizza/scarica/stampa la MAPPA COMPLETA DELLE CONVENZIONI E DEI PUNTI DI INTERESSE TURISTICO nella zona de IL BICICLETTERARIO IN FESTA - 1/2 GIUGNO 2018 - SCAURI DI MINTURNO (LT) - è consigliata la stampa almeno in formato A3 (cm 42x29,7) per consentire la leggibilità delle informazioni



I luoghi de Il Bicicletterario: la Riviera di Ulisse

Un bellissimo video per un giro virtuale dei luoghi che potrete visitare in occasione de Il Bicicletterairo in Festa.

giovedì 12 aprile 2018

A brevissimo Il Bicicletterario in Festa 2018!

Manca ormai davvero poco per conoscere nel dettaglio il programma de Il Bicicletterairo in Festa, la due-giorni di iniziative ed eventi che ruotano intorno alle Premiazioni dell'unico raduno cicloletterairo del mondo. Inutile dire che vi aspettiamo tutti, partecipanti e non, il 1° e 2 giugno 2018 all'Arena Mallozzi, sul lungomare di Scauri (LT).

Intanto, ecco la mappa in alta risoluzione delle convenzioni stipulate per i visitatori: strutture ricettive e locali: vi trovate anche alcuni tra i più significativi punti di interesse turistico...


A presto!


I luoghi de Il Bicicletterario: la Riviera di Ulisse




Un bellissimo video per un giro virtuale dei luoghi che potrete visitare in occasione de Il Bicicletterairo in Festa...

martedì 13 marzo 2018

Centinaia di autori per la IV edizione de Il Bicicletterario: un trionfo di 'parole in bicicletta'

La tendenza è confermata: le parole in bicicletta che Il Bicicletterario si propone di raccogliere aumentano, di anno in anno, di edizione in edizione. E' un altro dei successi della bicicletta, da mettere accanto al primato negli spostamenti ecologici, nella popolarità sportiva, nella crescita del cicloturismo, nella colonizzazione urbana ad opera della mobilità dolce, ovunque in aumento, anche là dove il progresso motorizzato ne aveva quasi decretato l'estinzione.

C'è una sensibile voglia di parlare di bicicletta, anche facendone letteratura.
Il computo totale delle opere giunte alla Segreteria del Premio tocca il numero di 449 scritti, distribuiti nelle sezioni generali di poesia, racconti brevi, miniracconti e aforismi (i VelòScriptum di recentissima introduzione), a loro volta suddivise in tre principali fasce d'età, dalla più giovane alla più matura, perché la bicicletta, in fondo, non ha età.

Tra i dati di questa edizione, si registra la massiccia partecipazione nella categoria degli adulti, e, a onor del vero, una leggera flessione in quella dei più giovani: è qui che si dovrà, probabilmente, lavorare meglio.
Perché sono proprio i bambini e i ragazzi che forse, più di altri, hanno bisogno di essere 'contagiati' delle pratiche lente e virtuose, mentre gli stili di vita proposti dall'orientamento economico globale li spingono verso una velocità della quale si fatica a concepire un punto di arrivo che appaia davvero utile o fruttuoso. Soprattutto quando ormai sono di pubblico dominio il rischio che comporta e i danni che ha già procurato alle nostre vite, all'ambiente che le contiene - e nutre.
Perché, forse, ne ha bisogno il mondo, ne ha necessità il futuro.
Nel taccuino degli appunti, dunque, la parola 'giovanissimi' va sottolineata più volte, evidenziata, ripassata in neretto: valga questa considerazione da pro-memoria per le edizioni future.

Sono state sperimentate aree tematiche più o meno specifiche, attraverso i vari riconoscimenti speciali, posti in essere grazie a importanti collaborazioni, e la risposta dei cicloscrittori di tutta Italia - e oltre - è stata positiva. 
Oltre, sì: oltre alle 70 province - dislocate in 17 regioni - hanno fatto sentire la propria voce ben dieci Pesi esteri, con 13 opere. Svizzera, Francia, Regno Unito, Polonia, Croazia, Russia, Belgio, Finlandia, Germania, USA.

A questo numeroso popolo, trasversale e transnazionale, per nulla qualunquista, va il ringraziamento degli organizzatori. Un popolo di cui fanno parte tutti coloro che, a diversissimo titolo, hanno contribuito a far nascere e a diffondere un Premio Letterario unico, devoto, più ancora che dedicato, al mezzo di trasporto più umano che possa mai esistere, al netto dei propri arti inferiori. Autori di ogni dove, membri delle varie 'formazioni' della Giuria, seguaci e simpatizzanti, singole persone o intere aziende, associazioni, comitati, e altri. E altro.
Grazie davvero, a tutti.

Si attende ora la conclusione dei lavori della Giuria, con la certezza che la vittoria sia di tutti - e con la speranza che questa convinzione sia compresa, condivisa.

In ogni ciclista, di qualsiasi stampo, c'è sempre un po' dell'eroe. Un eroe che festeggeremo tutti insieme il 1° e 2 giugno 2018, per riconoscerlo in ognuno di noi.

giovedì 8 marzo 2018

SCATTOFISSO 2018: bici e letteratura in fotografia, il bando scade il 31 marzo


Parallelamente al Premio Letterairo, Il #Bicicletterario propone ScattoFisso, Premio Internazionale di Fotografia avente come tema 'bicicletta e letteratura'.

Giunto alla terza edizione, si propone di premiare i migliori scatti che riescano a coniugare la due ruote a pedali con la cultura letteraria.

L'ampia partecipazione delle precedenti edizioni dimostra che si può. Il suggerimento è di andare sull'originalità della rappresentazione del connubio, di lavorare di fantasia, ma anche di andare a caccia dell'attimo che riesca a regalare questa suggestione per le vie delle nostre città e campagne, nei parchi, nei luoghi storici, nei punti di ritrovo.
Insomma: girate 'armati' di fotocamera per catturare la possibile immagine vincitrice. Anzi, le possibili: saranno infatti quattro gli scatti premiati, come da bando, dai Giudici del FIOF - Fondo Internazionale per la Fotografia.

La scadenza è il 31 marzo 2018, di seguito, il collegamento al file formato pdf del bando, tanto in italiano che in inglese, che potrete visualizzare, stampare e consultare comodamente.


Partecipate, dunque, e fate partecipare, per omaggiare con la vostra espressività la bicicletta e la letteratura. In tandem...

venerdì 12 gennaio 2018

Il 18 febbraio si avvicina: Il Bicicletterario aspetta le vostre 'parole in bicicletta'

Si avvicina il 18 febbraio 2018, scadenza del bando per questa IV edizione de Il Bicicletterario, e vogliamo ricordare a tutti che la partecipazione è assolutamente gratuita: possono partecipare adulti, ragazzi e bambini con poesie, racconti brevi (7200 battute spazi inclusi), miniracconti (1800 battute spazi inclusi) e aforismi, naturalmente a tema 'bicicletta'.



Se avete amici e conoscenti di madrelingua inglese/francese/spagnolo, sono ammessi anche i componimenti - solo poesie o aforismi - scritti in uno di questi tre idiomi.

Una autorevole Giuria attende di vagliare le vostre 'parole in bicicletta', che giungeranno ai suoi membri in forma tassativamente anonima: il nome degli autori verrà reso noto soltanto per le opere effettivamente selezionate per i premi del bando, del supplemento al bando e per la pubblicazione in antologia.

Per partecipare - lo ripetiamo: in forma del tutto gratuita - basta inviare il proprio scritto alla Segreteria del Premio, all'indirizzo e-mail bicicletterario@gmail.com (attenzione allo spelling!) entro la data di scadenza.

Perché partecipare? Ve lo diciamo in questa pagina del nostro sito:

Aspettiamo quindi le vostre 'parole in bicicletta' per colorare l'unico raduno cicloletterario del mondo e magari incontrarci alla grande festa di premiazione che si terrà all'inizio di giugno 2018! 

Il video di presentazione della IV edizione de Il Bicicletterario.

Più in basso, il Bando e il supplemento Premi Speciali Aggiuntivi (cliccare sull'immagine per ingrandire).